Category: Rischi PC

In questa sezione vengono inseriti i Piani di Protezione Civile riguardanti il ns. territorio e notizie sui rischi presenti
IN CORSO DI AGGIORNAMENTO

Misure di autoprotezione – vento e mareggiate.

Le misure di autoprotezione del Dipartimento di Protezione Civile All’aperto evita le zone esposte, guadagnando una posizione riparata rispetto al possibile distacco di oggetti esposti o sospesi e alla conseguente caduta di oggetti anche di piccole dimensioni e relativamente leggeri, come un vaso o una tegola; evita con particolare attenzione le aree verdi e le strade alberate. L’infortunio più frequente associato alle raffiche di vento riguarda proprio la rottura di rami, anche di grandi dimensioni, che possono sia colpire direttamente la popolazione che cadere ed occupare pericolosamente le strade, creando un serio rischio anche per motociclisti ed automobilisti. In ambiente...

Misure di autoprotezione – Rischio Nivologico

Se c’è NEVE O FORMAZIONE DI GELO SULLE STRADE è opportuno: A. evitare di intraprendere viaggi in auto non strettamente necessari in quanto è possibile rimanere bloccati a causa di altri o diventare noi stessi causa di ulteriore intralcio al traffico; B. evitare di usare motoveicoli che facilmente perdono stabilità sul fondo stradale innevato e/o parzialmente gelato; C.  ridurre, specie se si è anziani, le attività all’aperto che comportano il rischio di esposizioni prolungate al freddo o cadute; D. tenersi informati e seguire le prescrizioni delle autorità locali di protezione civile. E. Parcheggiare in modo da non intralciare il lavoro...

Pagine dedicate ai rischi

Ma cos’è il rischio? Prendiamo la definizione di rischio dal sito web del Dipartimento di Protezione Civile “Ai fini di protezione civile, il rischio è rappresentato dalla possibilità che un fenomeno naturale o indotto dalle attività dell’uomo possa causare effetti dannosi sulla popolazione, gli insediamenti abitativi e produttivi e le infrastrutture, all’interno di una particolare area, in un determinato periodo di tempo. Rischio e pericolo non sono dunque la stessa cosa: il pericolo è rappresentato dall’evento calamitoso che può colpire una certa area (la causa), il rischio è rappresentato dalle sue possibili conseguenze, cioè dal danno che ci si può...

Il Rischio Diga – (Diga di Santa Luce)

Il lago di Santa Luce è situato nel territorio dell’omonimo Comune, nella parte centro occidentale della Provincia di Pisa. Si tratta di un bacino artificiale, realizzato dalla società Solvay a fine anni ‘50, mediante sbarramento in terra del corso del fiume Fine a circa metà del suo corso. Le aree a rischio a valle dello sbarramento ricadono nei Comuni di Castellina Marittima e Santa Luce in Provincia di Pisa e nel Comune di Rosignano Marittimo nella Provincia di Livorno. Il bacino imbrifero sotteso dalla diga è di circa 40 km2 ed è soggetto ad un regime pluviometrico con minimi di precipitazione nella stagione estiva giugno-luglio...

Il Rischio Incendio Boschivo

Gli incendi boschivi non rientrano direttamente nelle attività di Protezione Civile ma lo possono divenire se l’incendio minaccia infrastrutture, case, persone (incendio di interfaccia). Il territorio del Centro Intercomunale è ad alto rischio incendi boschivi durante il periodo estivo. Il territorio è infatti costituito da diffusi complessi collinari coperti da bosco, da lembi ristretti di territorio a sud delle Colline Livornesi e da pianura utilizzata per lo più a fini agricoli. La fascia costiera è poi caratterizzata da fortissimo rischio di incendio per la prevalenza di formazioni quali le pinete litoranee e la macchia sia nelle dune residue che sui...

Il Rischio Industriale

Il rischio industriale, diversamente da altri rischi, quali: terremoto, alluvione,  mareggiate, ecc. è associato alle attività antropiche che comportano la presenza sul territorio di impianti produttivi, infrastrutture e reti tecnologiche che, per il tipo e la quantità delle sostanze trattate, possono divenire  fonti di pericolo. In particolare, il rischio industriale è associato a una o più sostanze pericolose che possono venire rilasciate nell’ambiente o esplodere o infiammarsi, e che per la loro natura e quantità possono provocare danni all’uomo e all’ambiente. Gli effetti degli eventuali, ma improbabili incidenti, sono mitigati dall’attuazione di adeguati piani di emergenza, sia interni all’azienda in modo da fronteggiare immediatamente l’evento e mettere in sicurezza i...