Misure di autoprotezione – fuga sostanza tossica (cloro – ammoniaca)

 Misure di autoprotezione  – fuga sostanza tossica (cloro – ammoniaca).

  • La soglia olfattiva del cloro (e anche quella dell’ammoniaca) è molto bassa, mentre la soglia oltre la quale si possono avere danni immediati e permanenti per la salute degli esseri umani è un’esposizione duratura nel tempo. Pertanto non è detto che il semplice odore di cloro comporti l’attivazione dello stato di allarme. E’, però,  opportuno  informarsi e/o segnalare la percezione di forte odore di cloro (o ammoniaca)  alla locale Pubblica Assistenza (0586/792929) o alla Polizia Municipale (0586724474). Se l’odore è forte e persistente nel tempo è in ogni caso opportuno ripararsi al chiuso.
  • Le procedure di ALLARME per Cloro e Ammoniaca
    La popolazione viene a conoscenza dello stato di allarme per mezzo di:
    – SIRENA DELLO STABILIMENTO con suono diverso da quello indicante inizio e fine turno lavorativo (Segnalazione acustica con segnale monotonale avente la seguente frequenza 20 sec on + 13 sec off + 20 sec on + 13 sec off + 20 sec on )
    – ALTOPARLANTI montati su autovetture della Polizia Municipale e/o di altri mezzi della Protezione Civile
    – COMUNICAZIONE TELEFONICA DEL COMUNE attraverso il sistema di allertamento del Servizio Protezione Civile
    – COMUNICATI UFFICIALI RADIO E TV LOCALI (Radio Stop – TelegranducatoTV ),
    – PAGINA WEB appositamente predisposta accessibile dal sito del Centro Intercomunale di Protezione Civile
    – Altri comunicati ufficiali tramite WEB

Successivamente, le notizie sullo sviluppo della situazione saranno diffuse mediante:
– COMUNICAZIONI RADIO TELEVISIVE su emittenti locali a cura della Prefettura e del Sindaco;
– ALTOPARLANTI montati su auto della Polizia Municipale o di Associazioni di Volontariato di Protezione civile
– PAGINA WEB appositamente predisposta accessibile dal sito del Centro Intercomunale di Protezione Civile e/o del Comune di Rosignano M.mo
– MESSAGGI TELEFONICI attraverso il sistema di allertamento telefonico (Alert System)

Le procedure del Piano di Emergenza Esterno non prevedono un allarme alla popolazione tramite sirena, per gli incidenti di 1º e 2º livello (attenzione e pre-allarme), che sono incidenti che non coinvolgono la popolazione.

All’avviso dell’allarme (incidente di 3º livello) la popolazione deve:

Per tutti –        non fumare;
–        limitare le attività fisiche al minimo;
–        non usare utenze telefoniche sia fisse che mobili, per evitare di congestionare le linee creando potenziali problemi agli enti coinvolti nelle operazioni di soccorso
–        non recarsi a prendere i bambini a scuola (i bambini sono protetti e assistiti dagli insegnanti, che sono stati formati per tali situazioni di emergenza)
Per chi è in un luogo aperto –        cercare  riparo nel locale al chiuso più vicino;
–        se possibile, guardare la direzione del vento e non portarsi sottovento rispetto allo Stabilimento
Per chi è in automobile –       allontanarsi per quanto possibile dalla zona dello Stabilimento posteggiare in modo da non creare intralcio alla circolazione dei mezzi di soccorso, spegnere il motore e cercare riparo nel locale al chiuso più vicino
Per chi è già in un luogo chiuso –        chiudere tutte le porte, le finestre e le porte interne dell’edificio;
–        spegnere i condizionatori d’aria, gli impianti di produzione di calore (stufe, bruciatori, fornelli ecc.) e chiudere o  tamponare con panni bagnati ogni altra sorgente d’aria esterna;-        tenere chiuse persiane, avvolgibili, canne fumarie, tamponare l’imbocco di cappe e camini;
–        rifugiarsi nel locale più in alto possibile e più idoneo possibile (locale con poche aperture e con presenza di mezzi di ricezione Radio – TV -Internet);
–        rimanere in ascolto delle comunicazioni diffuse dal Comune e/o dalla Prefettura;
–        seguire l’evolversi dell’evento tramite Radio, TV e/o INTERNET (sito web del Comune e social media ufficiali);
–        prestare attenzione ai messaggi inviati dal Comune telefonicamente
–        evitare l’uso di ascensori;
–        in caso di necessità tenere un panno bagnato sugli occhi e davanti al naso e alla bocca;
–        non uscire fino al “cessato allarme”-        aerare i locali dopo il cessato allarme 

Ulteriori indicazioni sono disponibili su questo sito nelle pagine dedicate al Rischio Industriale,  o sul sito del Comune di Rosignano Marittimo (link alle pagine del Rischio Industriale)  e sull’opuscolo  (edizione 2016) distribuito a tutta la popolazione del Comune di Rosignano Marittimo

Link Opuscolo in PDF