I Comuni associati adottano la bozza del Piano Intercomunale di Protezione Civile

Comune di Rosignano Marittimo 

Il Consiglio Comunale nella seduta del 28 settembre ha adottato la bozza del Piano di Protezione Civile Intercomunale.

Il piano riguarda le procedure di gestione associata per la funzione di protezione civile nei Comuni di Rosignano Marittimo, Bibbona, Cecina e Castagneto Carducci, che si sono riuniti in ufficio associato – il Centro Intercomunale di Supporto “Bassa Val di Cecina” – nel 2015 (convenzione n. 13178 del 23.03.2015).

In attesa dell’approvazione del Piano Intercomunale di Protezione Civile, l’Ufficio comune ha predisposto le procedure provvisorie, approvate dal Comune di Rosignano come capofila (DGC n. 79 del 09.04.2015) e valide per tutte le amministrazioni associate, poiché indispensabili per la gestione delle emergenze nella fase transitoria tra l’avvio delle attività di formazione e l’approvazione del piano intercomunale.

Nel frattempo, grazie al supporto tecnico-scientifico di Anci Innovazione, si è provveduto alla stesura del nuovo piano di protezione civile Intercomunale.

La bozza è stata presentata alla Commissione Consiliare unificata dei 4 Comuni associati il 7 febbraio 2017, insieme al progetto di partecipazione “Sicurinsieme, il piano di emergenza partecipato della Bassa val di Cecina” finanziato dall’Autorità per la Partecipazione della Regione Toscana per coinvolgere i cittadini nelle attività di protezione civile. Il progetto – il primo di gestione associata a coinvolgere la popolazione a livello nazionale – si è sviluppato con la presentazione nelle scuole pubbliche dei 4 comuni e con 4 incontri formativi, uno per comune, ed un workshop finale (12.04.2017), durante i quali si sono svolte discussioni e sono state avanzate osservazioni, che sono state valutate e recepite come proposte migliorative del piano pervenute dalla cittadinanza.

L’adozione del piano chiude un primo percorso per l’aggiornamento degli strumenti che consentono di individuare responsabilità e compiti in occasione di calamità o eventi di protezione civile – dichiara il Vicesindaco Donati – Il nostro piano è stato arricchito da un percorso di partecipazione e di coinvolgimento di fasce della popolazione che riteniamo abbiano dato un valore aggiunto in termini di divulgazione e di confronto sui possibili scenari di rischio e sulle modalità di intervento. I recenti eventi calamitosi che hanno colpito anche il nostro Comune dimostrano come il nostro sistema comunale abbia risposto in maniera adeguata, già dalla fase dell’allertamento, consentendo di alleviare i disagi e le problematiche dei nostri cittadini“.

La bozza adottata dal Consiglio Comunale di Rosignano è stata redatta dall’Ufficio Protezione Civile del Comune, responsabile Susanna Berti, con il supporto esterno di Anci Innovazione di Firenze, e comprende una serie di allegati tecnici (che includono, fra gli altri, le normative e le direttive nazionali e regionali, le convenzioni con il volontariato, i programmi per supportare i sindaci ad aumentare la percezione del rischio nei cittadini residenti in aree pericolose, le istruzioni finalizzate alla realizzazione delle attività addestrative di protezione civile e i piani redatti dagli enti sovraordinati).

La bozza del piano sarà trasmessa alla Regione Toscana e alla Provincia di Livorno, per l’espressione di eventuali osservazioni (entro 60 giorni). Al termine del procedimento i Consigli Comunali delle 4 amministrazioni associate approveranno con Delibera il provvedimento definitivo.

 

Comune di Cecina 

Adottata la bozza del piano di Protezione Civile intercomunale

Mar, 03 Ottobre 2017

Votata all’unanimità durante l’ultimo Consiglio Comunale

Il Consiglio Comunale nella seduta del 30 settembre ha adottato all’unanimità la bozza del Piano di Protezione Civile Intercomunale. Una gestione associata tra i Comuni di Cecina, Rosignano Marittimo, Bibbona e Castagneto Carducci per la funzione di protezione civile. Indispensabili quindi per la gestione delle emergenze.

La bozza era stata presentata alla commissione consiliare unificata dei quattro Comuni associati della Bassa Val di Cecina lo scorso 7 febbraio assieme al progetto di partecipazione “Sicurinsieme, il piano di emergenza partecipato della Bassa Val di Cecina” finanziato dall’Autorità per la Partecipazione della Regione Toscana per coinvolgere i cittadini nelle attività di protezione civile.

La bozza del piano sarà trasmessa alla Regione Toscana e alla Provincia di Livorno, per l’espressione di eventuali osservazioni (entro 60 giorni). Al termine del procedimento il Consiglio Comunale approverà con Delibera il provvedimento definitivo.

Intanto è possibile consultare la mappa della città di Cecina con i punti critici per incendio, alluvione e collasso fognario. Le strutture di ricovero, la viabilità strategica e le aree di attesa sicura, di ammassamento soccorsi e di ricovero. Non solo, sono online anche i livelli di intervento. Per ogni tipologia di evento, infatti, si individuano i competenti livelli di protezione civile che devono attivarsi per primi: comunale, provinciale e regionale e statale. In quest’ultimo caso la competenza del coordinamento dei soccorsi viene affidata al Presidente del Consiglio dei Ministri che può nominare commissari delegati.

«Si tratta di uno strumento di programmazione molto importante – spiega l’assessore Lia Burgalassi – così come importante sarà la sua diffusione. Le gestione delle emergenze, infatti, deve essere fatta “in tempo di pace”». E ancora: «Prima dell’adozione del piano definitivo siamo aperti alla collaborazione con tutta la cittadinanza per eventuali suggerimenti e modifiche».

Comune di Castagneto Carducci

COMUNICATO STAMPA ADOZIONE PIANO

Atto importante che prevede una serie di azioni e procedure essenziali per l’ottimizzazione dell’organizzazione di soccorsi in caso di emergenze. Sempre, un pronto intervento, di fronte ad eventi naturali di emergenza, è la risposta più efficace per evitare danni e purtroppo anche perdite di vite umane.

L’approvazione del nuovo Piano Intercomunale di Protezione Civile arriva in approvazione ai singoli Consigli Comunali dei Comuni aderenti (Rosignano Marittimo, Cecina, Bibbona e Castagneto Carducci) dopo un progetto partecipato e grazie alla volontà dei Comuni associati di voler fortemente arrivare alla redazione di uno strumento univoco di programmazione ed intervento in caso di scenari di emergenza in ambito locale o in ambito sovra comunale.

“Fondamentale passaggio quello di stamattina (29 settembre) ci dice la Sindaca Sandra Scarpellini, ottima sinergia con gli altri Comuni e ora fondamentale il lavoro di comunicazione e informazione che dobbiamo proseguire con i cittadini”.

Il Piano di Protezione Civile consente un miglior utilizzo del Volontariato presente su tutto il territorio, uno snellimento delle procedure, l’attivazione di monitoraggi già durante l’emissione di allerte codice Arancio da parte del Centro Funzionale Regionale. Prevede inoltre un supporto efficace ai 4 sindaci per l’impiego del programma alert system strumento utile di supporto per l’informazione alla popolazione sia in caso di evento e nella fase post-evento.

Il Piano di Protezione Civile prevede inoltre la costituzione di un unico ufficio comune composto da tecnici dei 4 comuni associati, con servizio di reperibilità h24 per 365 giorni l’anno. Ciascuno Comune dovrà al proprio interno costituire una sala operativa comunale (COC) composta da tecnici e personale dipendente del Comune, oltre all’attivazione dell’Unità di crisi composta in primis dal Sindaco, dagli Assessori  e da tecnici qualificati del Comune.

“Nell’elaborazione del nuovo Piano, afferma l’Assessore alla Protezione Civile Miriano Corsini che ha seguito l’iter di adozione fin dall’inizio, sono stati presi in considerazione alcuni aspetti non ricompresi nel precedente, non più adeguato anche in riferimento agli stravolgimenti climatici che sono avvenuti negli ultimi anni. E’ un piano che affronta le criticità presenti nei territori ed è flessibile consentendo così aggiornamenti necessari in tempi rapidi e con maggiore efficacia.”

Il sito web del Comune, sarà costantemente aggiornato in merito alle informazioni relative alle procedure di attivare in situazione di emergenza per le quali è previsto l’intervento della Protezione Civile.

Tra le altre cose si ricorda che il Comune di Castagneto Carducci ha previsto aree di “attesa sicure” dove la popolazione può recarsi in attesa di soccorsi. Mercoledì 4 ottobre alle ore 11.00 in Piazza della Chiesa a Donoratico, una delle aree individuate come sicure, ci sarà la presentazione alla popolazione, alle quale tutti sono invitati a partecipare. Verrà inoltre realizzato un dépliant informativo specifico da distribuire alla popolazione.